EPVS
foto_1__350x467.jpg

ENERGIE
Foto digitale su plexiglas
2016

foto_2__350x467.jpg

It’s My Way
Ferro verniciato Orto Botanico Roma
2018

foto_3__350x467.jpg

MUTma(ß)ungen on the Bridge
Installazione palloni e luce Museo Macro
2018

Le installazioni per EPVS
Le installazioni sono sicuramente la cifra stilistica che più mi rappresenta. Con le installazioni riesco ad esprimere al meglio il mio pensiero. Sono come dei racconti di mondi interiori che trovano la loro espressione e vita fuori da me. Non realizzo solo installazioni ambientali. Alcuni miei lavori a parete sono delle vere e proprie installazioni bidimensionali. Come ad esempio il lavoro Energie. Si tratta di scatti fotografici realizzati da me e stampati direttamente su plexiglas. Sono sfumature di vari colori che rappresentano l’energia. 
Per quanto riguarda le installazioni ambientali, trovo molto stimolante interagire con i paesaggi naturali.  Altrettanto stimolante per me è l’interazione con edifici storici pieni di cultura e vissuto. Il confronto che nasce tra questi luoghi e i miei lavori è pieno di significato ed ho così modo di creare un dialogo che va oltre il tempo.È un dialogo che affonda nelle origini, nella storia. Un dialogo tra contemporaneo e passato.
Statement
Il mio lavoro è il risultato di lunghi anni di ricerca, soprattutto di me stessa. Ho studiato e lavorato come stilista. Come costumista e scenografa. Lavori ed esperienze che mi hanno molto appagata ma dove mi mancava qualcosa. Questo qualcosa l’ho trovato nell’arte. Con l’arte posso esprimere la parte più profonda di me stessa e la mia visione della vita. Con il tempo la mia indagine artistica è diventata sempre più concettuale ed essenziale. Si nutre principalmente di filosofia, fisica e di politica. Per esprimere i miei concetti uso mezzi diversi come la fotografia, il neon, la pittura e soprattutto le installazioni. Una mia opera nasce spesso dall’urgenza di voler comunicare qualcosa e in questa pluralità di medium trovo sempre quello più efficace. Voglio rendere visibile l’invisibile ed esplorare la relazione tra lo spazio e l’uomo. Per questo motivo coinvolgo spesso quest’ultimo attraverso la forma diretta delle installazioni interattive oppure delle performance dal vivo.
Cerco di mostrare la realtà sotto prospettive diverse e più intime. Sono stata forgiata dalla danza e a lungo ho danzato. La disciplina della danza contemporanea si concentra proprio sulla stessa indagine e abbinamento uomo/spazio. L’essere umano è indagato e indagatore allo stesso tempo. Nella nostra interazione con lo spazio e con il prossimo, l’esplorazione avviene dentro di noi come all’esterno. Si esplorano i mondi sconfinati delle emozioni e degli stati d’animo così come la consapevole percezione di quello che ci circonda. Quando uso i palloni e palloncini ad esempio, i palloni sono la rappresentazione cellulare e molecolare del mondo dell’invisibile che ci circonda e nel quale noi ci muoviamo e viviamo.
Cito dalla presentazione di una mia installazione del 2001: “
Viaggiare in un’altra dimensione”.
Quando dei semplici palloncini ci proiettano in una dimensione nella quale ci dobbiamo confrontare. Raggiungere la base degli elementi. Gli atomi. Diventare talmente piccoli e soli noi; talmente grandi e infinitamente tanti loro. Sentirne il peso e la forza. Essere nella condizione di vedere cosa ostacola il nostro movimento. Vedere il nostro corpo come riempie lo spazio. Vivere in uno spazio pieno. Avere coscienza che tutto è materia. Anche il vuoto.”
La fusione tra filosofia e immagini, pensiero ed esperienza, sono per me il segreto di un’opera d’arte riuscita. Insieme alla sincerità stilistica e di contenuto. Per questo dico che la mia ricerca estetica mi ha portato ad essere più concettuale ed essenziale. Per trasmettere in modo chiaro il messaggio delle mie opere.
Bio
EPVS è nata in Germania, vive e lavora a Roma. Il primo intervento site specific dell’artista italo tedesca con una sua installazione è stato per la notte bianca a Roma nel 2004. Da allora sono seguiti interventi a Cuneo per ZOOincittà e ZOOart. A Trento per LITEcontemporanea a cura di Dido Fontana. A Scheggino Valnerina a cura di Franco Troiani come a Ravensburg e in altre città. Tra le mostre principali va ricordata “IT’S MY WAY” al Museo Bilotti di Roma, la personale “PLAY” e la grande kermesse “+50” presso il Museo Collicola Arti Visive a Spoleto.
La mostra “ART MONSTERS ARTICOLO 3” presso il Museo Palazzo della Penna a Perugia. Queste mostre sono state tutte curate da Gianluca Marziani. Si ricordi anche la mostra personale “TRIBUTE” presso il Museo Palazzo Ziino a Palermo a cura di Laura Francesca di Trapani. EPVS ha inoltre realizzato alcuni interventi al MAAM di Roma, al DIF Museo Diffuso di Formello e alla Cittadellarte – Fondazione Pistoletto a cura di Giorgio de Finis.
Due grandi installazioni sono state presentate per BIAS Biennale dell’Arte Sacra a cura di Chiara Donà dalle Rose a Venezia e presso il Museo Palazzo Riso a Palermo nel 2016. Presente anche nelle edizioni 2018 e 2020 con delle grandi opere esposte sempre al Museo Palazzo Riso di Palermo a Venezia e nello splendido giardino Barbarigo di Valsanzibio.
Molte sono le mostre che si sono tenute anche all’estero e i suoi lavori entrati nelle collezioni private. Più volte ha partecipato con i suoi interventi installativi alla manifestazione dei Cortili Aperti per le Dimore Storiche a Roma. L’installazione “MUTma(ß)ungen on the bridge” è stata realizzata site specific per il museo Macro di Roma come anche l’installazione realizzata nel 2019 “THE POOL” accompagnata dal sound e dalla performance di Sebastian Vimercati e la cura di Gianluca Marziani.
Questa installazione è stata realizzata con le coperte isotermiche color oro ed è un tributo all’accoglienza. Altre due installazioni site specific della serie The Pool sono state presentate una in lattice nero alla galleria T 24 sempre accompagnata dal sound di Sebastian Vimercati a cura di Giuditta Elettra Lavinia Nidiaci e una a Palermo allo Stand Florio in acciaio specchiato curata da Roberto Bilotti e Maria letizia Cassata. Con il lavoro SUNSET ha partecipato al Festival del Tempo sotto la direzione artistica di Roberta Melasecca.
foto_4__350x467.jpg

The Pool
Acciaio specchiato Centro per l’Arte Contemporanea Stand Florio Palermo
2019

foto_5__350x467.jpg

Bubbling 4 You
Installazione palloni Palazzo Capizucchi per Cortili Aperti Roma
2018

Comunicare ad “ArTE” per promuovere la crescita sostenibile
Per partecipare al dialogo Arte-Scienza-Sostenibilità
acquistare/ospitare le opere degli artisti
 
Storytelling
Italian Storytelling Brand & District
concept by Sosia Comunicazione
P. IVA 02978270847

Copyright © 2020/2021 Italian Storytelling BRAND & DISTRICT. Tutti i diritti riservati